Segmento industrial

Nella tabella seguente si evidenziano i risultati dell’anno 2011 confrontati con i corrispondenti periodi del 2010:

(milioni di euro) 1° trimestre 2° trimestre 3° trimestre 4° trimestre TOTALE
  2011 2010 2011 2010 2011 2010 2011 2010 2011 2010
Vendite 401,2 329,1 417,5 379,5 440,5 386,7 416,9 376,4 1.676,1 1.471,7
D yoy 21,9% 28,4% 10,0% 32,0% 13,9% 26,1% 10,8% 19,7% 13,9% 26,3%
Margine operativo lordo ante oneri ristrutturazione 48,9 40,4 48,7 55,1 56,2 54,1 52,3 46,3 206,1 195,9
% su vendite
12,2% 12,3% 11,7% 14,5% 12,8% 14,0% 12,5% 12,3% 12,3% 13,3%
Risultato operativo ante oneri di ristrutturazione 35,9 28,6 36 42,4 43 41 40,3 29,7 155,2 141,7
% su vendite 8,9% 8,7% 8,6% 11,2% 9,8% 10,6% 9,7% 7,9% 9,3% 9,6%
Risultato operativo 35,6 28,5 35,8 41,5 42,9 39,8 39 26,3 153,3 136,1
% su vendite 8,9% 8,7% 8,6% 10,9% 9,7% 10,3% 9,4% 7,0% 9,1% 9,2%

 

Nella tabella seguente si riporta in dettaglio l’andamento del mercato:

  1° trim. 2° trim. Progressivo Giugno 3° trim. Progressivo Settembre 4° trim. Totale anno
EUROPA (*)       
Primo Equipaggiamento 77% 42% 57% 24% 45% 2% 32%
Ricambi 16% 11% 14% -9% 5% -18% -1%
SUD AMERICA       
Primo Equipaggiamento 2% 4% 3% 16% 8% 21% 11%
Ricambi 10% 3% 6% -6% 2% -9% -1%
(*) escluso Russia

 

Le vendite dell’esercizio 2011 sono state pari a 1.676,1 milioni di euro, con una crescita del 13,9% rispetto al 2010. In termini omogenei, escludendo l’effetto dei cambi, la variazione è stata positiva del 16,1% grazie alla componente prezzo/mix pari al 17,8%.

 
 
1° trimestre 2° trimestre 3° trimestre 4° trimestre TOTALE
2011 2010 2011 2010 2011 2010 2011 2010 2011 2010
Volume -0,7% 24,1% -1,9% 10,4% -0,5% 4,2% -5,4% 1,6% -1,7% 9,4%
Prezzi/Mix 19,0% 1,8% 14,9% 13,7% 19,0% 16,2% 20,1% 15,7% 17,8% 12,3%
Variazione su base omogenea 18,3% 25,9% 13,0% 24,1% 18,5% 20,4% 14,7% 17,3% 16,1% 21,7%
Effetto cambio 3,6% 2,5% -3,0% 7,9% -4,6% 5,7% -3,9% 2,4% -2,2% 4,6%
Variazione totale 21,9% 28,4% 10,0% 32,0% 13,9% 26,1% 10,8% 19,7% 13,9% 26,3%

 

Il margine operativo lordo ante oneri di ristrutturazione ammonta a 206,1 milioni di euro, pari al 12,3% delle vendite (+5,2% rispetto al 2010), mentre il risultato operativo ante oneri di ristrutturazione ha raggiunto i 155,2 milioni di euro, con un rapporto sulle vendite del 9,3%, rispetto a 141,7 milioni di euro raggiunti nel corrispondente periodo 2010
(9,6% sulle vendite). Il risultato operativo chiude a 153,3 milioni di euro (con un Ros del 9,1%), in crescita del 12,6% rispetto al 2010 (136,1 milioni di euro, con un Ros del 9,2%).

Per quanto riguarda i mercati di riferimento, nel canale Primo Equipaggiamento il 2011 è stato positivo, con tassi di crescita in Europa del 32%, nell’area Nafta del 55% e in Sud America dell’11%. Solo in Cina si è registrata una flessione di circa il 15%.

Nel canale Ricambi, invece, il mercato ha mostrato tassi di crescita in tutte le aree nei primi due trimestri e forti rallentamenti dal terzo trimestre in avanti, fino ad un vero e proprio slow down nel quarto trimestre. In particolare, l’Europa ha chiuso con un -1% rispetto al 2010, condizionato dal -18% del quarto trimestre. Il Sud America ha segnato un -1% (con circa -9% nel quarto trimestre), l’area Nafta +3% e la Cina +1%.

 

Business Truck

L’andamento del mercato nel 2011 ha avuto una dinamica positiva nel primo semestre, in particolare nel Primo Equipaggiamento, mentre dal terzo trimestre in avanti c’e stato un progressivo rallentamento prima nel business Ricambi e poi anche nel Primo Equipaggiamento. La fernata del mercato ha impattato soprattutto l’Europa, la Turchia ed il Latam, determinando il rallentamento della produzione per contenere i livelli di scorta.
La produzione nel complesso è stata in linea con quella del 2010, con un incremento della produzione Radiale All Steel (+2,5%) che ha compensato la riduzione del Convenzionale. Il tutto considerando anche la minore produzione avvenuta in Egitto durante le tensioni politico-sociali del primo trimestre.

Il 2011 si è contraddistinto per il lancio, in settembre, di tre nuove linee di pneumatici nei segmenti invernale, austostradale e on/off, che unitamente all’estensione della gamma del segmento regionale e semitrailer, hanno completato la Serie 01, interamente basata sulla tecnologia brevettata SATT che garantisce una vita più estesa al prodotto, una migliore ricostruibilità oltre che precisione di guida.

I nuovi prodotti si contraddistinguono per una minor resistenza al rotolamento, che contribuisce al risparmio di carburante oltre alle minori emissioni di CO2, e per una riduzione degli spazi di frenata.

La commercializzazione delle nuove linee è stata avviata nel quarto trimestre per l’invernale e partirà nel primo trimestre 2012 per il segmento H e G, a partire dall’ Europa e Turchia, con un piano di progressivo allargamento alle altre regioni, fino a raggiungere una copertura globale entro il 2014. I prodotti della Serie 01 hanno contribuito per 80 milioni di euro sul fatturato 2011, pari al 7% del totale vendite all steel e si prevede di raddoppiarne il peso già dal 2012.

Pirelli ha supportato il lancio, avvenuto nell’anno in cui si sono celebrati i 100 anni di attività nel settore Truck, con una serie di campagne pubblicitarie e promozionali.

 

Business Agro

Il business Agro continua ad avere una forte focalizzazione in Sud America, dove l’espansione delle produzioni agricole in Brasile (con incremento nel 2011 del 4,3%
dell’area coltivata e la continua crescita delle quantità raccolte) e Argentina ne spingono lo sviluppo.

Nel 2011 le vendite hanno registrato un incremento del 14,7% rispetto al 2010 con una centrazione in Sud America del 79%.

La produzione è concentrata nello stabilimento brasiliano di Santo Andrè, nello stato di San Paolo, dove oltre alla produzione tradizionale è stata sviluppata e introdotta anche la tecnologia radiale, con un progressivo ampliamento della gamma disponibile per servire i mercati Ricambi dell’area e anche i Primi Equipaggiamenti destinati ai mercati internazionali.

Nel nuovo reparto produttivo di Santo Andrè è iniziata anche la produzione degli pneumatici OTR con tecnologia radiale tessile.

 

Business SteelCord

L’attività Steelcord nel 2011 ha continuato la sua crescita progressiva sia in termini di risultato economico che di capacità produttiva grazie in particolare all’incremento della produzione in Romania dove è stata raggiunta una capacità di oltre 40.000 tonnelate. Prosegue anche l’attività in Cina dove Pirelli partecipa in minoranza allo sviluppo di un insediamento produttivo a Yanzhou nella provincia dello Shandong, per una capacità produttiva iniziale di 16.000 tonnellate all’anno di cordicella metallica.

Continua lo sforzo nella ricerca per gli sviluppi tecnologici del prodotto SteelCord per rispondere alle necessità dei produttori di pneumatici consolidando il vantaggio della integrazione verticale nell’attività Tyre. In particolare per gli pneumatici Vettura lo sviluppo è finalizzato a ottenere miglioramenti su rolling resistance, performance e riduzione costi mentre per i prodotti Truck lo sviluppo si concentra su integrità carcassa e riduzione costi.

Per lo sviluppo dei processi produttivi è iniziata la industrializzazione e estensione del nuovo processo semilavorati (brevetto Pirelli) che consente la produzione di cordicelle specialties ottenendo anche una riduzione dell’impatto sull’ambiente (riduzione consumo energia elettrica).

 

Aree Geografiche

Europa

Grazie all’introduzione dei nuovi prodotti della Serie 01, il business Ttruck dispone attualmente di un portafoglio prodotti che permette di soddisfare le nuove disposizioni europee in materia di ecosostenibilità e sicurezza che saranno introdotte nel corso del 2012.
Pur in un contesto macro economico di deterioramento negli ultimi quattro mesi dell’anno, Pirelli ha mantenuto la sua quota di mercato, migliorando il suo assetto competitivo rispetto al 2010.

Sud America

Pirelli ha confermato la sua posizione di leader di mercato nel Primo Equipaggiamento, mentre nei Ricambi ha sofferto la pressione generata dalle importazioni provenienti da paesi low cost. Al fine di rafforzare la posizione competitiva nel canale Ricambio, è stato messo a punto un programma di attività, tra cui l’investimento in un nuovo sito produttivo in Argentina, la focalizzazione sulle flotte ed i truck dealers, oltre a un ulteriore sviluppo della rete distributiva e dei servizi.

Mea

Nel corso del 2011 Pirelli ha mantenuto la sua forte leadership in Egitto, ma ha risentito in termini di vendite del rallentamento del mercato nel primo trimestre. Contestualmente il Gruppo ha ulteriormente rafforzato la propria posizione in Turchia. L’aumento della capacità produttiva in Egitto e il miglioramento del mix produttivo in Turchia, contribuiranno a rafforzare il business Truck nella regione e in particolare nei paesi GCC, contando su una progressiva stabilizzazione della situazione politica e sociale dell’area.

Apac

Nel 2011 Pirelli ha concentrato l’attività commerciale sulle flotte e sull'offerta di prodotti tubeless, per affrontare il rallentamento del mercato interno, soprattutto a livello di Primo Equipaggiamento. Nel corso dell'anno Pirelli ha poi reindirizzato parte della capacità produttiva verso altre aree a rapido sviluppo con trend di mercato in crescita.