Segmento consumer

Nella tabella seguente si evidenziano i risultati dell’anno 2011 confrontati con i corrispondenti periodi del 2010:

(milioni di euro) 1° trimestre 2° trimestre 3° trimestre 4° trimestre TOTALE
2011 2010 2011 2010 2011 2010 2011 2010 2011 2010
Vendite 983,3 780,9 958,9 835,8 1.024,3 847,1 959 836,5 3.925,5 3.300,3
D yoy 25,9% 16,5% 14,7% 19,1% 20,9% 15,1% 14,6% 16,2% 18,9% 16,7%
Margine operativo lordo ante oneri ristrutturazione 160,6 106 169,7 122,4 172,2 118,9 166,9 141,1 669,4 488,4
% su vendite 16,3% 13,6% 17,7% 14,6% 16,8% 14,0% 17,4% 16,9% 17,1% 14,8%
Risultato operativo ante oneri di ristrutturazione 119,7 69,5 128,6 84,7 131,1 80,5 127,1 99,9 506,5 334,6
% su vendite 12,2% 8,9% 13,4% 10,1% 12,8% 9,5% 13,3% 11,9% 12,9% 10,1%
Risultato operativo 116,8 67 124,3 80,3 129 77,2 120,5 92,5 490,6 317
% su vendite 11,9% 8,6% 13,0% 9,6% 12,6% 9,1% 12,6% 11,1% 12,5% 9,6%

 

Nella tabella seguente si riporta in dettaglio l’andamento del mercato:

  1° trim. 2° trim. Progressivo Giugno 3° trim. Progressivo Settembre 4° trim. Totale anno
EUROPA (*)       
Primo Equipaggiamento 7% 0% 5% 3% 4% 1% 3%
Ricambi 7% 1% 4% 6% 5% -4% 3%
NAFTA       
Primo Equipaggiamento 15% 2% 9% 8% 8% 14% 10%
Ricambi 7% -5% 1% -2% 0% -4% -1%
SUD AMERICA       
Primo Equipaggiamento 8% 7% 8% 3% 6% -8% 2%
Ricambi -2% -1% -2% 3% 0% 3% 1%
(*) escluso Russia

 

Le vendite dell’esercizio 2011 sono state pari a 3.925,5 milioni di euro, con un incremento del 18,9% rispetto al 2010. Escludendo l’effetto dei cambi, la variazione su base omogenea è stata positiva del 20,3% grazie alla crescita dei volumi del 3,0% e del prezzo/mix per il 17,3%.

  1° trimestre 2° trimestre 3° trimestre 4° trimestre TOTALE
  2011 2010 2011 2010 2011 2010 2011 2010 2011 2010
Volume 9,0% 14,9% 2,6% 6,2% 4,3% 0,8% -3,3% 4,2% 3,0% 6,4%
di cui Premium 25,2%   21,7%   17,5%   8,3%   18,2%  
Prezzi/Mix 14,6% 1,2% 16,2% 8,7% 18,4% 10,7% 19,7% 9,3% 17,3% 7,6%
Variazione su base omogenea 23,6% 16,1% 18,8% 14,9% 22,7% 11,5% 16,4% 13,5% 20,3% 14,0%
Effetto cambio 2,3% 0,4% -4,1% 4,2% -1,8% 3,6% -1,8% 2,7% -1,4% 2,7%
Variazione totale 25,9% 16,5% 14,7% 19,1% 20,9% 15,1% 14,6% 16,2% 18,9% 16,7%

 

Il margine operativo lordo ante oneri di ristrutturazione ammonta a 669,4 milioni di euro, pari al 17,1% delle vendite (+37% rispetto al 2010), mentre il risultato operativo ante oneri di ristrutturazione ha raggiunto i 506,5 milioni di euro, con un rapporto sulle vendite del 12,9%, rispetto a 334,6 milioni di euro raggiunti nel 2010 (10,1% sulle vendite). Il risultato operativo chiude a 490,6 milioni di euro (con Ros del 12,5%), in crescita del 55% rispetto al 2010 (317,0 milioni di euro, con Ros del 9,6%).

Nel 2011 Pirelli ha fornito i pneumatici per tutti i 12 team del Campionato mondiale di Formula 1. Sono stati 24.000 i pneumatici PZero F1 utilizzati nel corso delle prove del campionato, tutti prodotti in Turchia nello stabilimento di Izmit ad eccezione delle mescole prodotte in Italia nel nuovo sito di Settimo Torinese, grazie alla tecnologia all'avanguardia e a sofisticati macchinari di produzione. Sin dall'annuncio ufficiale la squadra Pirelli dedicata ha lavorato in tempi strettissimi con team e piloti per interpretare al meglio la richiesta di un prodotto altamente affidabile e sicuro ma a degrado variabile, tale da assicurare il massimo dello spettacolo durante la competizione.

Il risultato è stato decisamente positivo: la stagione 2011 è stata infatti definita dai media internazionali come una delle più emozionanti della storia recente della F1.

Anche il pubblico ha apprezzato gare tanto movimentate: il campionato 2011 ha avuto una audience mondiale sui 19 gran premi di oltre 1,6 miliardi di utenti che tradotta in termini di exposure comporta oltre trecento milioni di euro di valorizzazione per il brand Pirelli. Infine la F1 ha rappresentato una piattaforma di marketing e comunicazione esclusiva attraverso la quale l'azienda ha saputo coinvolgere a livello mondiale tutti i principali stakeholders.

La massima serie delle monoposto ha permesso inoltre di sviluppare nuovi modelli di ricerca e sviluppo che sono stati immediatamente applicati alla progettazione e alla produzione degli pneumatici stradali.

Anche le tecnologie di progettazione e produzione delle mescole per i prodotti stradali hanno beneficiato del trasferimento tecnologico derivato delle esperienze maturate nella Formula 1.

Da questo approccio ad esempio è nato il PZero Silver, il primo stradale derivante dalla F1, che è stato presentato in anteprima in occasione del GP di Monza e che sarà prodotto esclusivamente nel nuovo polo produttivo di Settimo Torinese.

Un progetto quindi che ha contribuito significativamente al rafforzamento del brand soprattutto nel segmento Premium, quello che più caratterizza l'offerta esclusiva Pirelli e nel quale l'azienda punta alla leadership assoluta mondiale nel 2015.

 

Business Vettura

Il mercato di riferimento del 2011 nel canale Primo Equipaggiamento è stato generalmente positivo: in Europa del 3%, nell’area Nafta del 10%, in Sud America del 2% e in Cina del 2%.

Anche nel canale Ricambi la maggior parte dei mercati di riferimento ha mostrato un andamento positivo (Europa +3%,Sud America +1%, Cina +12%) con eccezione del mercato Nafta (-1%).

Nel 2011 le vendite di Pirelli, che sono state pari a 3.513 milioni di euro con un margine Ebit del l’11,9%, sono derivate per il 74,5% dal canale Ricambi e per il 25,5% dal Primo Equipaggiamento.

Complessivamente il 50% delle vendite è stato originato da prodotti Premium, che hanno generato l’80% del risultato operativo.

I risultati del business sono stati trascinati dall'ottimo andamento delle vendite di prodotto winter in Europa, dove i prodotti Pirelli sono sempre più apprezzati (dai prodotti più classici come Snowcontrol e Sottozero allo Scorpion invernale per SUV) dall'accelerazione data sull'alto di gamma sia in Sud America che in Asia-Pacific, dal trascinamento degli aumenti di prezzo effettuati in ogni area geografica e dalla solidità delle quote sul Primo Equipaggiamento Premium.

Nel 2011 il business ha avuto sviluppi positivi in entrambi i canali di vendita. Nel Primo Equipaggiamento Pirelli ha rafforzato le quote di mercato sui clienti premium, segmento su cui continua la crescita in tutte le aree geografiche mondiali. Nel corso dell’anno, infatti, le vendite premium sono aumentate del 25% a fronte di un calo del 13% nel segmento standard. Anche nel canale Ricambi il gruppo è focalizzato sul premium sfruttando il ritorno d’immagine della Formula 1: nel corso dell’anno la quota premium è cresciuta in ogni area geografica con una crescita delle vendite del 28%.

Business Moto

Il mercato di riferimento del 2011 nel canale Primo Equipaggiamento è stato negativo in Europa anche se con andamento differenziato tra i vari segmenti e un andamento molto positivo in Sud America.

Nel canale Ricambi (che conta per il 77% delle vendite) i mercati di riferimento hanno mostrato un andamento generalmente positivo. Il canale Primo Equipaggiamento ha inciso, invece, per il restante 23%.

Nel 2011 le vendite di Pirelli sono complessivamente state pari a 412 milioni di euro con un margine Ebit del 17,7%.

Il 2011 ha visto Pirelli rinnovare la propria gamma sia sul fronte stradale, con il nuovo Diablo Rosso II con tecnologia derivata dal campionato mondiale Superbike, sia sul fronte Off Road introducendo due nuovi prodotti: lo Scorpion 554 Mid Hard e il nuovo Scorpion Extra X. Il brand Metzeler ha completato la gamma dello Sportec M5 Interact (segmento Supersport) e del Roadtec Z8 Interact (segmento SportTouring).

Nel 2011 sono stati raggiunti anche degli importanti risultati sportivi: molti prestigiosi campionati hanno scelto Pirelli come fornitore unico di pneumatici, tra cui World Superbike, British Superbike (BSB), Canadian Superbike, Brazilian Superbike. Inoltre Pirelli è stata sul gradino più alto del podio nella maggior parte delle gare nazionali, tra cui citiamo 24h di Le Mans classe Superbike, 24h di Montmelò classe Superbike, CIV class Superbike e Supersport.

Anche nell'Off Road Pirelli si è distinta aggiudicandosi il 56° titolo mondiale nel World MX vincendo nelle classi MX1 e MX2, il World Rally Championship. Metzeler si è aggiudicata la vittoria nel World Enduro Championship nella classe E3.

Numerosi e importanti i riconoscimenti ottenuti da Pirelli in termini di omologazioni nel Primo Equipaggiamento, tra cui la Ducati Panigale 1199 con il nuovo Diablo Supercorsa, la MV Agusta F3 con il Diablo Rosso Corsa. Per Metzeler la Husqvarna Nuda 900 con Sportec M5 Interact e la Honda Crosstourer 1200 con Roadtec Z8 Interact.

Aree Geografiche

Europa

Il contesto macroeconomico dell’area non è stato favorevole ma grazie a fattori quali la focalizzazione sul segmento Premium (il cui mercato ha dimostrato una dinamica di crescita sostenuta pari al +12%), la presenza nel portafoglio prodotti di una gamma Winter molto apprezzata dal mercato e le numerose omologazioni con le case auto Premium europee, Pirelli è riuscita ad aumentare i propri volumi di vendita e a raggiungere livelli di redditività a due cifre.

Nafta

Il mercato pneumatici consumer per il canale Ricambio ha registrato una lieve flessione in termini di volumi totali , ma con un segmento Premium in crescita più del 10%, mentre il mercato del Primo Equipaggiamento ha visto una crescita del 10% dopo alcuni anni di contrazione.

Pirelli è riuscita a guadagnare quote di mercato sfruttando la forte focalizzazione sul segmento Premium e il positivo trascinamento delle omologazioni nel Primo Equipaggiamento.

Sud America

Il Sud America continua ad essere una importante area geografica sia dal punto di vista produttivo che commerciale, dove Pirelli mantiene la leadership nonostante l’attacco nel segmento più basso del mercato da parte di brand importati da paesi low cost. Nel Vettura il rafforzamento della leadership passa attraverso piani di sviluppo del segmento Premium e la leadership nelle omologazioni e forniture con tutte le case auto presenti localmente.

Nel Moto, la leadership consolidata permetterà di essere partner privilegiati di alcune case costruttrici europeee che stanno iniziando a produrre localmente per soddisfare la crescente domanda di moto di alta cilindrata di tutta la regione.

Apac

Pirelli ha avviato investimenti in capacità produttiva radiale alto di gamma in Cina, con l’obiettivo di avere una fonte produttiva locale in un’area geografica a forte crescita e di disporre di prodotto radiale anche per i mercati maturi. Sul fronte del business Vettura, nonostante le difficoltà riscontrate su alcuni mercati per problemi macroeconomici (rallentamento crescita Cina nel secondo semestre ed eventi naturali in Giappone) Pirelli è comunque cresciuta (vendite +30%) grazie alla focalizzazione sul segmento Premium, agli investimenti sul Retail e allo sviluppo del canale Primo Equipaggiamento con i produttori Premium presenti in Cina con i propri transplant.