Mercato tyre

Consumer

Il mercato globale degli pneumatici del segmento Vettura nel 2011 è stato pari a 1.342 milioni di pezzi, con un incremento del 4% rispetto al 2010, che aveva registrato invece un incremento del 10%.

La crescita nel segmento Tremium si conferma sostenuta con un incremento del 15% nel 2011.

In Europa, la domanda di pneumatici per il primo equipaggiamento e di ricambio è cresciuta di pari passo registrando un incremento del 3% nel 2011. Nei Paesi Nafta, il segmento pneumatici per il primo equipaggiamento ha registrato un incremento del 10%, mentre il settore pneumatici di ricambio, dopo un inizio anno sostenuto, si è indebolito nel secondo semestre del 2011.

La crescita in Sud America è stata del 2% nel segmento del Primo Equipaggiamento, mentre le vendite di pneumatici di ricambio sono rimaste in linea con i valori del 2010. In Cina nel 2010, dopo un’espansione di oltre il 30% in entrambi i segmenti, le vendite sono salite del 2% nel primo equipaggiamento, mentre i pneumatici per il ricambio hanno registrato un incremento del 12%. Il crollo nel 2011 nella produzione automobilistica in Giappone ha determinato una flessione del 13% nelle vendite di pneumatici per il primo equipaggiamento, mentre il segmento pneumatici di ricambio è cresciuto dell’8%.

Industrial

Il mercato globale dei pneumatici radiali nel segmento Truck è stato di 135 milioni di pezzi nel 2011, con un incremento del 7% sul 2010.

In Europa le vendite di pneumatici per il primo equipaggiamento si sono confermate solide, mentre il mercato dei pneumatici di ricambio, dopo l’impennata di quasi il 20% del 2010, ha mostrato segnali di stagnazione. Nei Paesi Nafta le vendite di pneumatici per il primo equipaggiamento sono cresciute del 55% e quelle del segmento ricambio del 3%.

Nel 2011 in Sud America le vendite di pneumatici per il primo equipaggiamento sono cresciute dell’11%, dopo un incremento del 47% nel 2010. Dopo il boom del 2010 che aveva visto un aumento delle vendite del 23% nel segmento pneumatici di ricambio, nel 2011 le vendite sono calate dell’1%. In Asia le vendite al mercato cinese di pneumatici per il primo equipaggiamento hanno registrato un calo, per effetto della fine degli incentivi che avevano alimentato le vendite nei due anni precedenti. Il mercato dei pneumatici di ricambio ha registrato un lieve aumento dell’1%. Il mercato giapponese dei pneumatici per il primo equipaggiamento è sceso del 2% nel 2011, mentre il segmento dei pneumatici di ricambio ha confermato il trend di ripresa registrando un incremento del 7%.

VENDITE PNEUMATICI MERCATO CONSUMER
200920102011
Europa* Primo equipaggiamento -19% 13% 3%
Ricambio -4% 8% 3%
Nafta Primo equipaggiamento -32% 39% 10%
Ricambio -3% 4% -1%
Sud America** Primo equipaggiamento -1% 13% 2%
Ricambio 7% 11% 1%
Cina Primo equipaggiamento 47% 31% 2%
Ricambio 20% 31% 12%
Giappone Primo equipaggiamento -32% 20% -13%
Ricambio -8% 9% 8%
VENDITE PNEUMATICI MERCATO INDUSTRIALE
200920102011
Europa* Primo equipaggiamento -64% 57% 32%
Ricambio -14% 18% -1%
Nafta Primo equipaggiamento -36% 30% 55%
Ricambio -13% 18% 3%
Sud America** Primo equipaggiamento -25% 47% 11%
Ricambio -9% 23% -1%
Cina Primo equipaggiamento 28% 53% -15%
Ricambio 16% 10% 1%
Giappone Primo equipaggiamento -49% 37% -2%
Ricambio -21% 14% 7%
*inclusa Turchia, esclusa Russia. **Argentina, Brasile e Venezuela. Fonte: stime Pirelli

Commodities

Nel primo trimestre 2011 i prezzi della gomma naturale hanno raggiunto livelli record salendo oltre 5.500 dollari USA per tonnellata, trainati da una ripresa della domanda. Successivamente il terremoto in Giappone ha avuto ripercussioni negative sulla produzione automobilistica globale, importante fonte della domanda di gomma, con un conseguente calo dei prezzi della gomma naturale e sintetica. Il rallentamento generale della crescita economica in Europa, negli Stati Uniti e in Cina ne ha ulteriormente indebolito i prezzi, così come l’alluvione in Thailandia nel secondo semestre 2011 che ha danneggiato diversi stabilimenti auto. A fine anno i prezzi della gomma naturale sono tornati su valori più moderati, intorno ai 3.200 dollari USA per tonnellata.

All’inizio del 2011 i prezzi del petrolio sono aumentati per effetto dei disordini in Medio Oriente. I prezzi del Brent sono passati da 98 dollari al barile in gennaio a 123 dollari in aprile. La fine del conflitto in Libia e le preoccupazioni per il rallentamento dell’economia globale, hanno riportato i prezzi a 108 dollari al barile a fine anno.

Anche i prezzi del butadiene (principale materia prima per la produzione di gomma sintetica) sono aumentati nel corso del 2011 raggiungendo il livello di picco in estate e segnando un improvviso calo nel terzo e quarto trimestre. A dicembre, i prezzi del butadiene erano scesi a 1.650 euro/tonnellata (contratto europeo equivalente a 2.170 dollari USA/tonnellata), attestandosi su valori analoghi all’aprile 2011.

Prezzi della gomma e del butadiene, dollari USA per tonnellata

Prezzi della gomma e del butadiene, dollari USA per tonnellata