5. POLITICA DI GESTIONE DEL CAPITALE

Obiettivo del gruppo è la massimizzazione del ritorno sul capitale netto investito mantenendo la capacità di operare nel tempo, garantendo adeguati ritorni per gli azionisti e benefici per gli altri stakeholder, con una struttura finanziaria sostenibile.

Al fine di raggiungere questi obiettivi, il gruppo, oltre al perseguimento di risultati economici soddisfacenti e alla generazione di flussi di cassa, può intervenire sulla politica dei dividendi e sulla configurazione del capitale della Società.

I principali indicatori che il gruppo utilizza per la gestione del capitale sono:

  1. Rapporto tra risultato operativo e capitale netto investito medio: l’indicatore rappresenta la capacità dei risultati aziendali di remunerare il capitale netto investito inteso come somma di attività fisse e di capitale circolante netto. L’obiettivo del gruppo è che tale rapporto sia maggiore del costo medio del capitale (WACC);
  2. Gearing: è calcolato come rapporto tra posizione finanziaria netta e patrimonio netto. È un indicatore della sostenibilità del rapporto tra indebitamento e capitale proprio, che tiene conto nei diversi momenti della situazione di mercato e dell’andamento del costo del capitale e del debito;
  3. R.O.E (Return on equity): è calcolato come rapporto tra risultato netto e patrimonio netto contabile medio. È un indicatore rappresentativo della capacità del gruppo di remunerare gli azionisti. L’obiettivo è che l’indicatore assuma un valore superiore al tasso di rendimento di un investimento risk free, correlato alla natura dei business gestiti.

Si riportano di seguito i valori per gli anni 2011 e 2010:

  2011 2010
R.O.I. (risultato operativo / capitale netto investito medio) 16,64% 11,49%
Gearing 0,34 0,22
R.O.E. (Return on Equity - risultato netto / patrimonio netto) 20,89% 0,18%

 

Le variazioni del R.O.I. e del R.O.E rispetto al 2010 sono essenzialmente dovute – rispettivamente - all’incremento del risultato operativo e del risultato netto del 2011 rispetto all’anno precedente. Il risultato netto del 2011 ha beneficiato dellostanziamento di imposte differite attive pregresse in capo alla capogruppo Pirelli & C. S.p.A.